Un nuovo sito targato WordPress


Home Torre del Barbarossa

Torre del Barbarossa

La Torre del Barbarossa è chiamata anche Torre del Soccorso per la vicinanza al Santuario della Beata Vergine del Soccorso (patrimonio UNESCO dal 2003). La struttura della torre risalirebbe al sistema fortificato del Lario dell’epoca romana o tardo romana, nascosto tra la vegetazione a 400 metri sopra il lago,e avrebbe acquisito ulteriore importanza nel periodo comunale, quando la struttura a picco sulla Zoca de l’Oli, assunse interesse come punto di avvistamento, oltre che di difesa. Lassù il panorama spazia da Argegno alla punta di Nesso a SO fino a Tremezzo, Bellagio e Varenna a NO: effettivamente era un punto molto strategico!

La Torre fu’ acquistata dall’architetto Clemente Bernasconi negli anni cinquanta del Novecento, che la adattò a casa di vacanza.
Il 1 Aprile 2011 è stata lasciata al FAI (fondo ambiente italiano) per legato testamentario dalla figlia Rita, scomparsa nel settembre 2010.

La tradizione popolare vuole che la Torre del Soccorso fosse la residenza del Barbarossa che, durante la guerra contro Milano, si accanì talmente tanto sulla “penisola Comacina” da renderla l’attuale isola Comacina, per punirla dell’alleanza con Milano. Proprio dalla Torre del Barbarossa partirono i colpi di cannone!
Ancora oggi, nei periodi secchi, sulla costa più vicino alla terraferma si nota un accumulo di pietre che si protrae verso Ossuccio, l’antico cordone d’aggancio della penisola distrutto dal Barbarossa!…ma questa è solo leggenda…

Condividi... Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

PASSWORD RESET

LOG IN