Un nuovo sito targato WordPress


Funghi porcini, che bontà!!

SHARE
, / 993 0
Funghi porcini re dell'autunno!

Funghi porcini re dell’autunno!

I funghi porcini sono con ogni probabilità i più noti ed amati tra i funghi commestibili, molto semplici da riconoscere grazie alle caratteristiche familiari alla maggior parte di noi, amanti dei funghi.

Se ne conoscono diverse specie, da 4 a 12, per i più pignoli, ma….non ne sentite già il profumo???

Caratteristiche estetiche dei funghi porcini

Si tratta di funghi simbionti, gregari, che possono svilupparsi in gruppi di molti esemplari. I funghi porcini sono caratterizzati da un cappello a forma circolare che può raggiungere anche un diametro di 30 cm, di colore castano/bruno con numerose sfumature, a seconda del luogo di provenienza.
La parte inferiore al cappello è generalmente di colore bianco tendente al giallo opaco nel fungo porcino giovane, e assume una colorazione tendente al verde col trascorrere del tempo. Il gambo dei funghi porcini è molto robusto, ingrossato verso la base e di colore biancastro con sfumature brune; la sua carne è soda, bianca e non cambia colore dopo essere stata tagliata; l’odore e il sapore dei porcini sono piacevoli e inconfondibili.

Come trovare i porcini

I funghi porcini crescono nei boschi di conifere e di latifoglie, preferibilmente sotto ad alberi quali querce, castagni e faggi; i porcini fanno la loro prima comparsa in primavera e, dopo un periodo di arresto che coincide con l’estate, ricompaiono solitamente in concomitanza con le prime piogge autunnali nei mesi di settembre e ottobre, che favoriscono la nascita e la crescita dei funghi porcini.

Il clima alpino, con soventi temporali estivi, già nel mese d’Agosto favorisce la nascita dei porcini, anche se i mesi più “fertili sono senza dubbio quelli successivi, in Autunno; li possiamo comunque trovare in tutte le zone di Italia.

Curiosità

Gli antichi Romani chiamavano questi funghi Suillus per il loro aspetto generalmente tozzo e massiccio, ed il termine porcino ne è l’esatta traduzione. Possono raggiungere facilmente grandi dimensioni: sono frequenti ritrovamenti di esemplari di peso superiore a uno o due chilogrammi.

I porcini nella nostra cucina

Funghi porcini con polenta brustolita

Funghi porcini con polenta brustolita

Iniziano a spuntare i primi funghi  e noi non vogliamo lasciarceli scappare! Se verrete a trovarci potrete gustarveli in diversi piatti!

La polenta brustolita ed il tomino caldo accompagneranno i  porcini nel “piatto del nonno”. Dei tagliolini freschi di grano saraceno si avvinghieranno insieme, colorandosi con una spolverata di prezzemolo. Un risottino ai funghi porcini non mancherà mai! Per i carnivori, li aspetterà un filetto di manzo cotto alla piöda.

Funghi porcini con polenta brustolita

Funghi porcini con polenta brustolita

Per i più semplici, invece, la polenta brustolita farà da letto ai  porcini trifolati.

Se poi vi viene qualche voglia particolare, non esitate a contattarci!!

PASSWORD RESET

LOG IN